Addio a Pasquale Squitieri

Claudia Cardinale ha dichiarato: "È stato l'unico amore della mia vita."

Addio a Pasquale Squitieri

news del 20/02/2017

Ci ha lasciato sabato scorso Pasquale Squitieri, grande regista del nostro cinema, a seguito di complicazioni respiratorie. Aveva 78 anni e qualche tempo fa aveva avuto un brutto incidente stradale che ha complicato le sue condizioni di salute. Era nato a Napoli il 27 Novembre del 1938 ed era passato al cinema dopo essersi laureato in giurisprudenza. Il suo primo film, prodotto da Vittorio De Sica, è stato Io e dio, uno spaghetti western DOC sulla falsariga di quelli lanciati da Sergio Leone. A questo seguirà Django sfida Sartana (1970) e La vendetta è un piatto che si serve freddo (1971), tutti e tre firmati con lo pseudonimo di William Redford.

Appassionato di storia e schierato politicamente, si dedicherà ad un cinema che produrrà film controversi, in bilico tra amore per il genere poliziesco e il mafia-movie e l’impegno, come I guappi (1973), Claretta (1984) e Li chiamarono… briganti! (1999) e Il pentito (1985)

Famoso è stato il suo sodalizio amoroso con Claudia Cardinale, durato 26 anni e da cui è nata Claudette. L’attrice, che a seguito della morte del regista ha dichiarato: “E’ stato l’unico amore della mia vita.” ha preso parte anche a molti film dell’allora marito: dal capolavoro Il prefetto di ferro (1977), a Corleone (1978), entrambi a fianco di Giuliano Gemma, ma anche ne L’arma (1978), un film venato di morboso erotismo.

Google+ tweet Condividi su facebook
Condividi su: