IL FILM

SINOSSI

Baci rubati racconta la condizione degli omosessuali durante il Fascismo, usando principalmente la voce di chi ha vissuto in quegli anni. Il film vuole offrire un mosaico sfaccettato e complesso delle persecuzioni fisiche e sotterranee che i gay e le lesbiche italiani hanno subito nella dittatura, ma allo stesso tempo smonta gli stereotipi e ricostruisce la molteplicità delle loro esperienze, gli svaghi, le amicizie, gli affetti, gli amori e le consuetudini. Sull'argomento si sa ancora oggi molto poco poiché il silenzio che ha circondato l'omosessualità si è protratto ben oltre il Ventennio. Pur sottolineando la persecuzione e le numerose restrizioni e sanzioni imposte dal regime agli omosessuali, l’intento di Laurenti e Romano è quello di riportare in luce per la prima volta alcune storie di chi, nonostante tutto, ha "resistito" ed è riuscito a vivere seguendo le proprie scelte.

CAST

Regia: Fabrizio Laurenti, Gabriella Romano.  Con Luca Ward, Valentina Cervi, Sabrina Impacciatore, Neri Marcorè.

COLLEZIONE

CURIOSITÀ SUL FILM

Baci Rubati si avvale di materiali di repertorio molto preziosi provenienti da collezioni private, interviste radiofoniche risalenti all'inizio degli Anni Ottanta e brani di diari inediti, a cui fanno da controcanto le immagini ufficiali del regime, quelle dei cinegiornali Luce, che illustrano l'ideale fascista di virilità e femminilità.

EPISODI

PREMI E FESTIVAL

Florence Queer Festival 2020: Panorama
Bellaria Film Festival 2020: Concorso BeiDoc

RASSEGNA STAMPA

CONSIGLIATO PER LE SCUOLE

EDIZIONE PRIMA VISIONE

FOTOGALLERY

Baci rubati
Baci rubati
Equalizzatore

TI CONSIGLIAMO ANCHE