IL FILM

SINOSSI

Ludovico Massa, detto Lulù, operaio milanese sfiancato dalla fabbrica, tormentato dall’ulcera e con due famiglie a carico è un convinto sostenitore del lavoro a cottimo, grazie al quale può permettersi l’automobile, altri piccoli e futili beni di consumo e forse, un giorno, anche la pelliccia per la sua 'signora'. Un lavoratore stacanovista amato dai padroni per l’eccezionalità dei ritmi di produzione e odiato dai colleghi per il suo eccessivo servilismo, che pur riuscendo a godere della stima dei superiori e di un buono stipendio, non riesce, a causa dell’alienazione procuratagli dalla fabbrica, ad avere una vita sociale e familiare normale. Un giorno, mentre vanta ai compagni i suoi ritmi di impareggiabile cottimista, perde un dito in un incidente: è l’inizio di una crisi che lo porterà a rivedere le sue posizioni politiche ed esistenziali.

CAST

Regia: Elio Petri.  Con Gian Maria Volonté, Mariangela Melato, Mietta Alberini, Salvo Randone, Gino Pernice, Luigi Diberti .

COLLEZIONE

CURIOSITÀ SUL FILM

Premiato ex aequo a Cannes con 'Il caso Mattei' di Francesco Rosi, sempre con Gian Maria Volontè. La musica è di Ennio Morricone, tra le più riuscite e geniali del compositore.

EPISODI

PREMI E FESTIVAL

Cannes Film Festival 1971: Palma d'Oro.

RASSEGNA STAMPA

"Realizzato con un robusto linguaggio cinematografico, imperniato su un personaggio disegnato con molta esattezza psicologica e umana, il film ha un felice piglio documentario che gli conferisce verità ed efficacia." Segnalazioni Cinematografiche

"Tentativo riuscito di portare sugli schermi, tra commedia e denuncia, il clima di una stagione di tristi lotte. Immenso e istrionico Volonté." Film TV

DVD

EDIZIONE DVD

VIDEO
16/9 1.85:1
DURATA
110'
AUDIO
Dolby Digital Dual Mono | Italiano
N. DISCHI
1
SOTTOTITOLI
Inglese
"La classe operaia va in paradiso. Retroscena di un film novarese." Un documentario di Serena Checcucci e Enrico Omodeo Salè 53'
"Stasera torno prima" videoclip realizzato dal regista Libero De Rienzo sulle note della canzone di Mariella Nava, per la campagna dell’ANMIL contro gli infortuni sul lavoro e le morti bianche
Prima e dopo il restauro

FOTOGALLERY

TI CONSIGLIAMO ANCHE