IL FILM

SINOSSI

"Poesia che mi guardi" di Marina Spada rilegge l`opera di Antonia Pozzi, poetessa nata a Milano nel 1912 e morta suicida a soli 26 anni, attraverso l`incontro tra Maria e il Gruppo H5N1, un trio di ragazzi che, di notte, fa poesia di strada scrivendo i propri versi sui muri della città. Con la sua analisi di una figura poetica quasi dimenticata del Novecento italiano, Marina Spada approfondisce la figura del poeta all`interno della società di allora e come possa aver influito sull`isolamento culturale di cui la Pozzi è stata vittima....

CAST

Regia: Marina Spada.  Con Elena Ghiaurov, Marco Colombo Bolla, Enrica Chiurazzi, Carlo Bassetti.

COLLEZIONE

CURIOSITÀ SUL FILM

Così ha dichiarato Marina Spada: "Una riflessione sulla poesia e sulla sua necessità. Amo la poesia e amo i poeti perchè danno voce, coraggiosamente, a ciò che di solito è taciuto. Antonia Pozzi, in particolare, mi aveva fulminata perché la sua poesia è libera, carnale, sincera".

EPISODI

PREMI E FESTIVAL

66° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia 2009, Giornate degli Autori

RASSEGNA STAMPA

CONSIGLIATO PER LE SCUOLE

FOTOGALLERY

TI CONSIGLIAMO ANCHE