IL FILM

SINOSSI

Canto XXIX La molta gente e le diverse piaghe avean le luci mie sì inebriate Commosso dalla visione dei dannati della IX Bolgia, i seminatori di discordia, Dante viene rimproverato da Virgilio e, dopo aver incontrato Geri del Bello, proseguono il loro cammino Canto XXX Nel tempo che Iunone era cruccita con Semelè contra'l sangue tebano E' il pomeriggio del Sabato Santo, 9 Aprile 1300. Dante incontra i falsari Gianni Schicchi e Mirra, oltre ai falsari di monete, Mastro Adamo e a quelli di parola, Putifarre e il marito Sinone. Canto XXXI Una medesima lingua pria mi morse, sì che mi tinse l'una e l'altra guancia, e poi la medicina mi riporse... Dirigendosi verso il IX Cerchio, Dante crede di intravedere delle torri, ma come gli spiega Virgilio, quelli sono i giganti: Nebrod, Fialte e Anteo...

CAST

Regia: Stefano Vicario.  Con Roberto Benigni.

COLLEZIONE

CURIOSITÀ SUL FILM

EPISODI

PREMI E FESTIVAL

RASSEGNA STAMPA

DVD

EDIZIONE DVD

VIDEO
16/9
DURATA
219'
AUDIO
Dolby Digital 2.0 | Italiano
N. DISCHI
3
Esegesi ed introduzione ai canti di Roberto Benigni

FOTOGALLERY

TI CONSIGLIAMO ANCHE