5 cose che non sapete (e dovreste sapere) de Il cattivo tenente

5 curiosità sul CULT diretto da Abel Ferarra 

5 cose che non sapete (e dovreste sapere) de Il cattivo tenente

news del 25/01/2019

Grazie al nostro progetto START UP! stiamo tentando di realizzare il Blu-Ray de Il cattivo tenente insieme a Minerva Pictures e Raro Video. Chiedendo il vostro appoggio vi sveliamo 5 imperdibili curiosità su un film che è diventato un CULT!

INSPIRATIONAL SONG: Il soggetto del film nasce da una canzone scritta da Abel Ferrara (anche musicista) con il suo amico Paul Hipp (che nel film interpreta Gesù) quando lesse la notizia sul giornale di una suora stuprata in una chiesa a New York. Ecco un passo di questa canzone:

Sono nato nel Bronx ma cresciuto in strada\ Dove si possono impacchettare i loro distintivi e la loro droga proprio accanto alla loro eccitazione\ ho una moglie e cinque figli e una casa vicino al parco\E un modello in caldo che tengo nell’oscurità\ Perché io sono il cattivo tenente. Mi chiamano quando va giù merda \c’è sangue su un vestito. C’è una pistola per terra\ spingo tra la folla perché sono l’uomo incaricato\Bevendo il mo caffè, sto parlando con il sergente\ perché io sono il cattivo tenente.  

I was born in the Bronx but raised on the street\ Where they pack their badge and their dope right next to their heat\I got a wife and five kids and a house by the park\And a model in heat that I Keep in the dark\ ’cause I’m the Bad Lieutenant. They call me up when shit goes down\there’s blood on a dress. There’s a gun on the ground\I push trough the crowd ‘cause I’m the man in charge\Drinking my coffee, I’m talking with the sergeant\’cause I’m the Bad Lieutenant

SHOCK SCRIPT: Durante la stesura della sceneggiatura, Nicholas St. John, amico e abituale co-sceneggiatore dei film di Abel Ferrara (tra gli altri, ha lavorato con lui per The Driller Killer, L’angelo della vendetta, Paura su Manhattan, King of New York) si è tirato indietro e ha abbandonato il progetto, poiché lo considerava troppo complesso ed eccessivo. Ferrara si è quindi avvalso della collaborazione dell’attrice Zoë Lund, giovane protagonista de L’angelo della vendetta, che ne Il cattivo tenente impersona il ruolo di una giovane spacciatrice, la quale ha dichiarato, tempo dopo, di aver scritto da sola l’intera sceneggiatura: “Abel è un magnifico regista, ma non è uno sceneggiatore.”

WALKEN O KAITEL?: Inizialmente la parte del protagonista doveva andare a Christopher Walken, che aveva recitato nel film precedente di Abel Ferrara, Kings of New York. Ma ad un certo punto, Walken ha abbandonato il progetto, perché si era reso conto che non era adatto per lui. Sembra, però, che lo abbia fatto a soli 4 mesi dall’inizio delle riprese, lasciando Ferrara e la produzione nel caos. A quel punto lo script è stato proposto a Harvey Keitel, ma anche il suo ingaggio non è stato dei più semplici. Si racconta che, dopo aver letto 5 pagine, abbia buttato lo script nella pattumiera. Anni dopo Keitel ha raccontato una versione più diplomatica al critico Roger Ebert: “ Ho letto qualche pagina e ho messo via la sceneggiatura. Mi sono detto: “ È fuori discussione che io faccia questo film. “ Poi mi sono chiesto: “ Quanto spesso sono il protagonista di un film? Leggila tutta, magari qualcosa è da salvare.” Quando ho letto la parte della suora, ho capito cosa aveva in mente di fare Abel Ferrara.”

GUERRILLA STYLE:  Come molti registi indipendenti nei loro film low budget, Ferrara non aveva i permessi per girare per la gran parte delle scene del film. Come ha ammesso il montatore Anthony Redman: “Non avevamo i permessi per nulla. Semplicemente camminavamo per la strada e iniziavamo a girare.” Per la scena il cui il cattivo tenente va nel nightclub, hanno mandato Keitel in un club che esisteva realmente nelle ore di punta…

ZIO MARTIN: Martin Scorsese ha un’adorazione così grande per questo film che ha dichiarato: “Avrei voluto che L’ultima tentazione di Cristo gli somigliasse. È uno dei più grandi film sulla redenzione mai fatti.”

tweet Condividi su facebook
Condividi su: