5 cose da sapere su Lo strano vizio della signora Wardh

Il CULT di Sergio Martino al centro della campagna START UP! di CG Entertainment ha dei segreti che non ti aspetteresti! 

5 cose da sapere su Lo strano vizio della signora Wardh

news del 17/10/2017

Lo strano vizio della signora Wardh è un film fondamentale nella carriera di Sergio Martino, oltre che nella storia del cinema di genere italiano. Frutto dell’incontro fecondo tra i fratelli Luciano e Sergio Martino ed Edwige Fenech, il film è sceneggiato da Ernesto Gastaldi insieme a Sergio Martino sulla falsariga del precedente Il dolce corpo di Debora ed è pronto già prima dell’esordio che segnerà per tutti la nascita del giallo cinematografico all’italiana, L’uccello dalle piume di cristallo ( 1970), ma la distribuzione è ritardata per consentire l’integrazione delle scene del serial killer con il rasoio.

Ecco qui sotto 5 curiosità che non sapete e che dovreste assolutamente sapere su Lo strano vizio della signora Wardh, al centro della campagna Start Up! per la realizzazione di un’Edizione Speciale, Limitata, Numerata ed Autografata del film in collaborazione con Nocturno Cinema.

 

  1. RISCHIO DENUNCIA Poco prima dell’uscita del film una donna italiana, la Sig.ra Ward, minaccia un’azione legale perché il titolo originale (senza h) danneggerebbe la sua reputazione. Al cognome del personaggio interpretato da Edwige Fenech, quindi, viene aggiunta la H finale.
  2. I DIABOLICI Il co-sceneggiatore Ernesto Gastaldi si è ispirato per questo film a I diabolici di Henri-Georges Clouzot, rivisitando due temi molto cari al regista francese: l’acqua e la denuncia dell’ipocrisia borghese.
  3. REMAKE Di questo film sono stati fatti ben tre remake. Il primo e più fedele è (in italiano) Gli assetati di amore, sesso e omicidi, ad opera del regista turco Mehmet Aslan, con Meral Serene nel ruolo che è stato di Edwige Fenech. Il 2° remake, sempre turco è Cirpinis (aka Spasms),  girato nel 1980 da Samin Utko. Il terzo è invece un’opera italiana,  La strana storia di Olga O. (1995) diretto da Antonio Bonifacio e sceneggiato da Daniela Stroppa e Maria Cociani, dove ad interpretare la moglie vessata è Serena Grandi.
  4. KILL BILL 2 Uno dei temi utilizzati nel film, Dies Irae orchestrato da Nora Orlandi, è stato utilizzato da Quentin Tarantino in Kill Bill 2 in ben tre punti: quando Budd parla con suo fratello, quando va a lavorare allo strip-bar e quando torna al suo camper nel deserto. In questo terzo punto, però, il tema viene modificato da Robert Rodriguez, uno degli autori della colonna sonora del film.
  5. 4 MOSCHE DI VELLUTO GRIGIO Dario Argento sarà molto ispirato da questo film, tant’è che la scena nel parco deserto dove Carol (Cristina Airoldi) si è recata per incontrare il ricattatore di Julie gli servirà da ispirazione per un’analoga scena nel parco in 4 mosche di velluto grigio con protagonista Marisa Fabbri.

tweet Condividi su facebook
Condividi su: