5 FILM PER PREPARARSI AGLI OSCAR 2020

Siete pronti per la consegna delle statuette più ambite dallo show business?

5 FILM PER PREPARARSI AGLI OSCAR 2020

news del 06/02/2020

È iniziato il count down per la notte degli Oscar (che, per il nostro fuso orario, sarà quella tra domenica 8 e lunedì 9 Febbraio) e le previsioni su chi conquisterà le ambite statuette si moltiplicano. Noi vi consigliamo 5 film dal catalogo CG Entertainment utili per prepararvi ad una delle nottate più attese nel mondo dello show business.

JOKER di Todd Phillips – 11 candidature: Miglior attore, Miglior film, Miglior regista, Miglior colonna sonora, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior sonoro, Migliori costumi, Miglior trucco, Miglior montaggio, Miglior montaggio sonoro

FILM DA VEDERE NEL CATALOGO CG ENTERTAINMENT The Master di Paul Thomas Anderson

PERCHÉ?

Joker è stato un trionfo, ai Festival (si è conquistato il Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia e due Golden Globe) e di pubblico (è il film vietato che ha incassato di più nella storia: oltre il miliardo di dollari). E gran parte del merito è della incredibile interpretazione di Joaquin Phoenix, che, molti dicono, abbiamo già l’Oscar in tasca. In The Master già faceva sfoggio del suo incredibile talento nei panni di Freddy Quell, (ruolo per il quale fu candidato agli Oscar 2013, senza vincere, come Miglior attore protagonista) un ragazzo sbandato che entra a far parte de “La Causa”, (movimento che ha molte similitudini con Scientology), dopo il suo incontro fortuito con il leader Lancaster Dodd (interpretato da Philippe Seymour Hoffman).

     

[PROMOZIONE: Il DVD ed il Blu-ray di The Master sono in offerta a soli €5,99 fino al 20 Febbraio]

1917 di Sam Mendes – 10 candidature: Miglior film, Miglior regista, Migliore colonna sonora, Migliore sceneggiatura originale, Miglior fotografia, Miglior sonoro, Migliori effetti speciali, Migliore scenografia, Miglior trucco, Miglior montaggio sonoro

FILM DA VEDERE NEL CATALOGO CG ENTERTAINMENT Uomini contro di Francesco Rosi

PERCHÉ?

Ambientato nella Francia del Nord durante la prima guerra mondiale, il film di Mendes pedina con la telecamera, simulando egregiamente un unico piano-sequenza (un po’ come Alfred Hitchcook in Nodo alla gola, ma potendo contare sulla tecnologia digitale) i due giovani protagonisti, due caporali inglesi che hanno il compito di consegnare un dispaccio ed evitare una carneficina. Film d’azione e di guerra che ha un forte debito (dichiarato) con i grandi capolavori del cinema di questo genere del passato: da Orizzonti di gloria di Stanley Kubrick, a, per quanto riguarda il debito nostrano, proprio Uomini contro di Francesco Rosi, che adattando il libro “Un anno sull’altipiano” di Emilio Lussu e valendosi di un magnifico Gian Maria Volontè nei panni del tenente Ottolenghi, firmò un film eversivo ed antimilitarista, che lo fece anche accusare per vilipendio all’esercito italiano (accusa dalla quale poi venne scagionato).

      

[Trovate Uomini contro in DVD edizione RaroVideo in vendita sul nostro sito a €9,99]

THE IRISHMAN – 10 Candidature: Miglior attore non protagonista (Al Pacino), Miglior attore non protagonista (Joe Pesci), Miglior Film, Miglior regista, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Migliori effetti speciali, Migliori costumi, Migliore scenografia, Miglior montaggio

FILM DA VEDERE NEL CATALOGO CG ENTERTAINMENT Heat- La sfida di Michael Mann

PERCHÉ? Martin Scorsese ha dichiarato: “Prima di The Irishman, Al Pacino per me era irraggiungibile.”  Sembra che avesse voluto lavorare con lui da sempre, ci avesse provato negli anni ’80 ma senza successo (vennero meno dei finanziamenti). Con The Irishman, finalmente, realizza il suo sogno: Al Pacino risplende nel ruolo di Jimmy Hoffa, al fianco di un amico e collega di sempre, Robert De Niro. "Ciò che vedete nel film è la loro relazione come attori, come amici, per 45-50 anni. C'è qualcosa di magico in tutto ciò". È la stessa cosa che possiamo vedere in Heat – La sfida di Michael Mann, un CULT che li vede fianco a fianco anche se rivali, nel classico ruolo del confronto poliziesco (ladro contro sbirro), il secondo film in cui hanno recitato insieme (il primo era stato Il Padrino – Parte II) ed il primo in assoluto in cui hanno recitato insieme nella stessa scena (cosa che non era successa ne Il padrino).

     

[Trovate il Blu-ray di Heat la sfida SOLO ED IN ESCLUSIVA sul nostro sito a questo LINK]

PARASITE di Bong Joon-ho – 6 Candidature: Miglior film, Migliore scenografia, Miglior film straniero, Miglior sceneggiatura originale, Migliore scenografia, Miglior montaggio

FILM DA VEDERE NEL CATALOGO CG ENTERTAINMENT A taxi driver di Hu Jang  

PERCHÉ? Song Kang-ho è uno degli attori sudcoreani più conosciuti e amati in Italia e nel mondo, anche grazie alla sua partecipazione a film di grandi registi come Bong Joon-Ho, (per il quale ha recitato anche in Memories of Murder, The Host, e Snowpiercer, oltre che nel capolavoro Parasite) Park Chan-wook (Mr. Vendetta e Lady Vendetta) e Kim Ji-woon (ad esempio ne Il buono, il matto e il cattivo). In A taxi driver di Hu Jang interpreta il ruolo di un tassista che, a Seul negli anni ’80, si trova ad accompagnare per soldi un fotoreporter tedesco nel Sud del paese per filmare la repressione della rivolta studentesca, e prende coscienza della situazione politica e civile del luogo in cui vive. Altamente consigliato.

     

[Trovate A taxi driver sul nostro sito in DVD, Blu-ray e a noleggio ed in vendita digitale a questo LINK]

JO JO RABBIT di Taika Waititi – 6 Candidature: Miglior Film, Miglior attrice non protagonista, Miglior sceneggiatura non originale, Migliori costumi, Miglior scenografia, Miglior montaggio

FILM DA VEDERE NEL CATALOGO CG ENTERTAINMENT Morto Stalin se ne fa un altro di Armando Jannucci

PERCHÉ? Il film di Waititi mescola humour, ironia, fantasia e dramma per raccontare un periodo buio della nostra storia: il regime nazista ed il Terzo Reich, usando il punto di vista un ragazzino di 10 anni che ha come amico immaginario niente poco di meno che Adolf Hitler. Morto Stalin se ne fa un altro racconta un altro periodo storico ed un altro paese, la Russia del 1953, anno in cui muore Stalin e si scatena un feroce conflitto tra i membri del partito per la sua successione, utilizzando gli stessi strumenti: ironia sagace nei toni della commedia, una satira politica che fa riflettere mentre diverte.

     

[Trovate il DVD I wonder Pictures/Mustang Entertainment di Morto Stalin se ne fa un altro a questo LINK]

tweet Condividi su facebook
Condividi su: