A Barga una giornata dedicata a Gualtiero Jacopetti

L'inventore dei mondo-movie sarà il protagonista domani di una giornata di studi a Barga 

A Barga una giornata dedicata a Gualtiero Jacopetti

news del 08/04/2016

Gualtiero Jacopetti, padre del genere mondo-movie, sarà il protagonista di una giornata di studi a lui dedicata domani presso il Cinema Roma di Barga, suo paese di origine. Nato come giornalista cresciuto al fianco di un grande maestro, Indro Montanelli, Jacopetti si è prestato al cinema inzialmente come occasionale attore ( Un giorno in pretura di Steno e Europa di notte di Alessandro Blasetti), per poi passare al documentario - reportage. Insieme agli amici Franco Prosperi e Paolo Cavara, infatti, scioccò l'Italia benpensante realizzando nel 1960 - 1961 Mondo Cane, vero capostipite del genere mondo-movie, che riprendeva una serie di bizzarrie e stranezze in giro per il mondo. Il film scandalizzò molti per le immagini cruente, ma ebbe anche un'enorme successo. Il produttore, Angelo Rizzoli, caldeggiò un sequel, Mondo Cane 2, che Jacopetti considerò in seguito niente di più che un'operazione commerciale non degna di nota. 

Sempre insieme a Cavara e Prosperi nel 1963 Jacopetti gira La donna nel mondo, analisi meno feroce ma abbastanza straniante sulla condizione della donna in alcune parti del globo, e nel 1965-66 stupì tutti con una cruda ricognizione nell'Africa decolonizzata realizzando Africa Addio, che mostra il caos in cui vertevano molti paesi africani, una volta liberatisi dai popoli colonizzatori, poiché non avvezzi ad un'idea di Stato come la si intende in Occidente. La sua analisi, benché originale e realistica, fu da molti accusata di razzismo ma valse a Jacopetti un Dadid di Donatello. 

Domani alle ore alle 17, al Cinema Roma di Barga che ospitò la prima proiezione de La donna nel mondo nel 1963, viene proiettato il documentario Il giro del mondo in 16 anni – la storia di Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi (2013), alla presenza del regista Federico Caddeo. A seguire, alle ore 21.30, è prevista la proiezione della versione originale del film Addio Zio Tom (1971), satira sociale dell'America schiavista prodotta da Jacopetti e Prosperi nel 1971, che quando uscì fu ritirata, e rimessa in circolazione con alcuni tagli. Saranno presenti Christine Jacopetti, figlia di Gualtiero; Stefano Loparco, autore dell’unica biografia su Jacopetti; Federico Caddeo, che ha conosciuto Jacopetti negli ultimi 5 anni di vita.

A Gualtiero Jacopetti, inoltre, è dedicata la mostra Lo Sguardo Selvaggio - I mondo movies in Italia allestita nel centro storico di Barga, alla Galleria Comunale e alla Galleria Bel Canto, sempre a cura di Paolo Zelati, che sarà aperta fino al 1 Maggio 2016.

Google+ tweet Condividi su facebook
Condividi su: