Castro di Paolo Civati

In DVD il vincitore del 57° Festival dei Popoli

Castro di Paolo Civati

news del 06/02/2018

Castro il film di Paolo Civati che ha trionfato al 57° Festival dei Popoli vincendo il Premio del pubblico MYmovies.it, il premio Imperdibili e il premio di distribuzione “Cinemitaliano.info - CG Entertainment” viene ora pubblicato in DVD, edito da CG nella collana POPOLI doc.

Questa la motivazione del premio di distribuzione:

“Un documentario che trasuda un grande spirito di libertà. Anime libere sono i suoi personaggi, capaci di sognare dei futuri possibili nonostante le difficoltà del quotidiano. Così come libero da ogni schema è l’occhio che le osserva, in grado di giocare con la realtà e di trasformare gli inquilini del Castro nei protagonisti di un film divertente e commovente, dolce e amaro come la vita stessa”. La Giuria di Cinemaitaliano.in

SINOSSI - Il Castro è un’occupazione abitativa a pochi passi dal cuore di Roma. Un’ex scuola, un ex comando di polizia. Un ex, a vederlo da fuori. Un palazzo di cinque piani dalle facciate scrostate che ha imparato a mimetizzarsi. All’interno del Castro, la rassegnazione e la speranza si contaminano, sembra che abbiano bisogno l’una dell’altra. Solitudine e solidarietà. Tra quelle fragili mura, al riparo da sguardi indifferenti, esiste un micromondo fatto di nomi, corpi e lingue impossibili da conciliare, singolarità impossibili da etichettare. Storie che sfuggono, sgrammaticate.

Il DVD è accompagnato nei contenuti speciali dal Backstage.

Fanno parte della collana POPOLI doc: Carlo Colla & Figli: Aida delle marionette di Fulvio Wetzl e Atelier Colla di Pietro De Tilla, Elvio Manuzzi e Guglielmo Trupia; Dal Ritorno di Giovanni Cioni; Fedele alla Linea di Gemano Maccioni; Gesù è morto per i peccati degli altri di Maria Arena; Hit the road, nonna di Duccio Chiarini; Il gemello di Vincenzo Marra; Il Libraio di Belfast di Alessandra Celesia; Indebito di Andrea Segre; Io sono nata viaggiando di Irish Braschi; L’amministratore di Vincenzo Marra; L’equilibrio del cucchiaino di Andriano Sforzi; L’estate di Giacomo di Alessandro Comodin; L’ora Blu di Stefano Cattini; L’uomo che aveva picchiato la testa di Paolo Virzì; La sostanza di Martin Witz; Loro di Napoli di Pierfrancesco Li Donni; Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo;  Peak - Un mondo al limite di Hannes Lang; Qui di Daniele Gaglianone; SmoKings di Michele Fonaserso; Teorema Venezia di Andreas Pichler; Un altro me di Claudio Casazza; Un’ora sola ti vorrei di Alina Marazzi.

Google+ tweet Condividi su facebook
Condividi su: