Firenze sotto vetro disponibile in ben 61 paesi del mondo

Il social film sul periodo del lockdown con le voci ed i video dei fiorentini 

Firenze sotto vetro disponibile in ben 61 paesi del mondo

news del 10/06/2022

È la prima volta che un film indipendente prodotto a Firenze arriva ad una così vasta distribuzione su piattaforma. FIRENZE SOTTO VETRO, il social film sul periodo del lockdown con le voci e video dei fiorentini è distribuito in 61 paesi nel mondo con Amazon Prime Video.  Il social film di Pablo Benedetti e Federico Micali prodotto da Malandrino e 011Films distribuito da CG Entertainment racconta il 2020 attraverso i racconti video di migliaia di persone

Stati Uniti, Regno Unito e Australia. Ma anche Tonga, Uganda, Giamaica e Barbados sono alcuni degli oltre 60 paesi del mondo dove si potrà vedere in streaming Firenze Sotto Vetro - Florence in a Glass Ball, il social film di Pablo Benedetti e Federico Micali, prodotto da Malandrino e 011Films, distribuito da CG Entertainment, con i racconti video di migliaia di persone a Firenze, durante lo straordinario periodo del lockdown, grazie a Amazon Prime Video, una delle piattaforme video più importanti al mondo. 

"È una straordinaria notizia che conferma ancora una volta come questo film rappresenti la città - ha detto il sindaco Dario Nardella - nonostante il racconto sia uno dei periodi più bui della storia del mondo, Firenze ha mostrato di saper reagire fondendo insieme solidarietà, forza e anche ironia."

"È in qualche modo il finale perfetto - hanno detto i registi Benedetti e Micali - le storie di Firenze Sotto Vetro sono partite da quei piccoli microcosmi isolati, che erano le abitazioni durante il lockdown, per arrivare due anni dopo ad una diffusione globale. Crediamo sia davvero una grande soddisfazione da condividere con tutti quelli e quelle che hanno partecipato al progetto."

Numeri importanti che premiano un lavoro che ha messo insieme i contributi di 1600 persone che durante il lockdown hanno deciso di inviare short cuts della loro esistenza in quarantena. Già l´accoglienza al cinema La Compagnia di Firenze di un anno fa era stata molto gratificante con il film rimasto in programmazione per settimane: adesso, dopo l´uscita in DVD e quella nazionale con CG Entertainment, anche l´incoronazione di un´uscita planetaria.

Il lavoro di Pablo Benedetti e Federico Micali è infatti riuscito a tenere insieme le tracce di molte storie vissute durante la pandemia e restituire un affresco inedito di una delle città più amate (e fotografate) al mondo, Firenze: una città come non si era mai vista prima, silenziosa e completamente svuotata, file interminabili davanti ai supermercati, la scoperta delle mascherine, l´ansia del bollettino e la paura di smarrirsi. E poi di colpo l´ironia, la solidarietà, la voglia di non arrendersi e di combattere con la sagacia tipica della città.

Il film si è giovato della produzione di Andrea Mugnaini di Malandrino Film, del montaggio di Luigi Mearelli, delle musiche di Emanuele Frusi, delle grafiche di Pietro Filippeschi ma anche di una partecipazione estremamente coinvolta di Firenze. Tutto questo grazie anche ai partner, da Fondazione Sistema Toscana a Lady Radio a PS Comunicazione, al Comune di Firenze che fin da subito ha classificato il film come "documento ufficiale di un periodo storico della città destinato a restare nel tempo".

IL FILM

Filmati e racconti dalla quarantena, videodiari dalle case, dai balconi, con o senza mascherine, da chi ha continuato a lavorare in una città deserta a causa dell´emergenza sanitaria, vivendo una delle più importanti crisi sociali dell´era contemporanea. "Firenze Sotto Vetro" è un film documentario realizzato grazie ai contributi di tutta la città che diventa protagonista del processo creativo grazie ai video realizzati durante il lockdown e tutte le fasi successive. L´invito a condividere materiali ha prodotto oltre 1600 invii che raccontano visioni diverse della quarantena, vissuta spesso nel destino comune di "prigionieri" in casa in un misto di paura e ironia, o in quello di spettatori increduli di una città d´arte completamente svuotata. Ma anche immagini della ripartenza, della Fase 2 tra euforia e cautela. Fino al nuovo semi-lockdown che conclude il 2020.

Per il pubblico italiano Firenze sotto vetro è disponibile in streaming su Prime Video.

 

Pablo Benedetti e Federico Micali hanno condiviso la regia per la prima volta proprio con Firenze Sotto Vetro quando durante il lockdown hanno sentito l'esigenza di contribuire con il loro lavoro ad un periodo unico per di Firenze. Entrambi hanno però legato spesso il loro nome con quello della città.  Pablo ha raccontato la storia di Gabriel Omar Batistuta nel docufilm El Numero Nueve e ha girato interamente a Firenze il thriller psicologico Anja - real love girl . (tra gli altri suoi lavori Alfonsina y il mar con Lucia Bosè ,Corazones de Mujeres e in preparazione con un docufilm sul campione ucraino di pugilato Alexander Usyk.) Federico ha raccontato Firenze dal Social Forum del 2002 (Firenze Città Aperta) all´ L´Ultima Zingarata con Mario Monicelli fino al più recente Looking for Negroni e soprattutto il film-cult L´Universale (tra gli altri suoi lavori anche Genova Senza risposte, Nunca Mais, la marea negra e 99 Amaranto).

FIRENZE SOTTO VETRO

Un film prodotto da: Malandrino Film e 011Films In collaborazione con: Comune di Firenze, Cinema La Compagnia. Progetto realizzato nell´ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema Con il contributo di: Oleifici Fiorentini, Panificio Toscano, Gruppo PBM automobili, Media partner: Lady Radio, Ps Comunicazione

Regia: Pablo Benedetti e Federico Micali Scritto da: Federico Micali e Pablo Benedetti Produttore Esecutivo: Andrea Mugnaini e Pablo Benedetti Produttore Creativo: Martina Rojas Chaigneau Assistenti di produzione: Martina Capaccioni, Lilith Gianelle, Teresa Diani, Giuditta Martelli, Pietro Mari Montaggio di: Luigi Mearelli Musiche di: Emanuele Frusi Prodotte da: 42Stems Edizione: The Designers e Woodworm Foto di: Alessandro Cinque Progetto Grafico: Pietro Filippeschi Ufficio Stampa: Antonio Pirozzi, Ps Comunicazione.

tweet Condividi su facebook
Condividi su: