George Romero protagonista del Lucca Film Festival - Europa Cinema

Alla sua 11° edizione, il Lucca Film Festival quest'anno ha un protagonista assoluto a cui noi teniamo molto: il re del gore George A. Romero

George Romero protagonista del Lucca Film Festival - Europa Cinema

news del 23/03/2016

Il programma dell'11° edizione del Lucca Film Festival (di cui CG Entertainment è orgoliosa partner) è uno scrigno prezioso pieno di gradite sorprese. La manifestazione, che si svolgerà dal 3 al 10 Aprile tra Lucca e Viareggio, avrà come ospite d'eccezione il maestro mondiale del cinema gore, George A. Romero. Il regista sarà protagonista di una delle principali sezioni del Festival e sarà presente alle attività a lui dedicate. Una rassegna che riproporrà tantissime pellicole della sua filmografia ( da La notte dei morti viventi a Monkey Shines, da Il giorno degli zombi a Bruiser - La vendetta non ha volto, da Wampyr a La stagione della strega, solo per citarne alcuni) avrà inizio Domenica 3 Aprile. Il primo appuntamento a tu per tu con il maestro, però, sarà Venerdì 8 Aprile quando Romero riceverà il premio alla carriera e presenterà il suo Zombi

Nella stessa occasione, l’autore lascerà impresse le sue impronte nel cemento per la nascente Walk of Fame di Lucca Comics & Games, di cui faranno parte non solo i grandi nomi del fumetto, ma anche le principali personalità dell’immaginario fantastico. Il 9 mattina Romero terrà, al cinema Moderno, una masterclass, mentre la sera del 10 aprile chiuderà il festival a Viareggio presentando Creepshow. Il regista americano farà anche visita alla mostra nel Palazzo Ducale di Lucca (dal 26 marzo all’1 maggio), inedita in Italia, che esporrà 40 oggetti tra locandine, fotobuste e manifesti originali italiani dei suoi film.

Ma Romero non è l'unico ospite d'eccezione del Festival: il red carpet sarà arricchito anche dalla preseza di un altro grande del cinema del terrore, William Friedkin, che Domenica 3 Aprile riceverà il Premio alla Carriera oltre ad un riconoscimento da parte della Fondazione Giacomo Puccini. Dopo la premiazione, l’autore introdurrà al pubblico uno dei suoi capolavori,  Il salario della paura. La mattina del 4 aprile, al cinema Centrale di Lucca, sarà possibile assistere a una masterclass tenuta da Friedkin, che la sera del 5 aprile sarà invece a Viareggio per la presentazione di Amarcord, l’indimenticabile capolavoro di Federico Fellini nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna. Parte dell’omaggio a lui dedicato sarà anche una retrospettiva comprendente le sue pellicole più amate. Tra i titoli: L’esorcista (1973), Il braccio violento della legge (1971) e Killer Joe  (2011). In collaborazione con la Fondazione Giacomo Puccini e grazie alla disponibilità di Friedkin, inoltre, l’organizzazione del festival produrrà un documentario di 52 minuti che racconterà la stretta relazione e l’importanza di Puccini per il regista statunitense. Il film sarà il primo di una serie che ogni anno sarà proposta al testimonial del festival per raccontare la relazione tra il cinema e l’opera e la musica del musicista lucchese.

Presso il Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago (Viareggio) , invece, sarà ospite Marco Bellocchio, che accompagnerà le proiezioni di alcuni dei suoi film più noti e una mostra dal titolo Marco Bellocchio, la pittura dietro l'obbiettivo, che comprende 12 suoi dipinti realizzati in gioventù e 100 opere su carta realizzate durante le riprese dei suoi film, mentre la La GAMC – Galleria d’arte moderna e contemporanea di Viareggio dedica un omaggio a Mario Monicelli e dal 2 aprile al 16 maggio ospita la mostra MARIO. Chiara Rapaccini e Andrea Vierucci per Monicelli, un’istallazione dell’artista Chiara Rapaccini, in arte RAP, con il fotografo Andrea Vierucci.

Altro evento importante di quest'anno che ci è molto caro è l'omaggio, sabato 9 Aprile, al regista Gualtiero Jacopetti, il giornalista, sceneggiatore e regista originario del paese in provincia di Lucca che diresse, insieme a Franco Prosperi e Paolo Cavara, il film-documentario Mondo Cane, vero capostipite dei “Mondo movie” o shockumentary,che con le loro immagini forti e scioccanti invasero le sale cinematografiche italiane a partire dagli anni Sessanta. In programma, alle 17.00, la proiezione del documentario Il giro del mondo in 16 anni – la storia di Gualtiero Jacopetti e Franco Prosperi di Federico Caddeo, che sarà presente in sala per incontrare il pubblico. Alle 21.30 si continua il film Addio Zio Tom, satira sociale dell’America schiavista prodotta da Jacopetti e Prosperi nel ’71 che al momento dell’uscita venne ritirata e modificata a causa dei suoi contenuti crudi. Per la seconda volta in Italia l’opera sarà proiettata nella sua versione originale, alla presenza di Christine Jacopetti, figlia di Gualtiero; Stefano Loparco, autore dell’unica biografia su Jacopetti; Federico Caddeo, che ha conosciuto Jacopetti negli ultimi 5 anni di vita e il collega di avventure di quest’ ultimo, Franco Prosperi. A Jacopetti, oltre alla retrospettiva integrale dei suoi film durante i giorni del festival (oltre a Mondo cane, opere come La donna nel mondo e Africa Addio) sarà dedicata anche la mostra Lo sguardo Selvaggio – I mondo movies in Italia, allestita nel centro storico di Barga, alla Galleria Comunale e alla Galleria Bel Canto,sempre a cura di Paolo Zelati, dal 1 aprile al 1 maggio 2016.

Per la prima volta quest'anno verrà inaugurato il concorso aperto a lungometraggi internazionali con titoli molto attraenti e una sezione dedicata ad anteprime italiane fuori concorso, che per noi ha ancora più importanza per la presenza di un vero guru del cinema horror bis italiano, Ruggero Deodato, (autore di cult come Cannibal Holocaust e La casa sperduta nel parco) che ritorna dopo anni sul grande schermo martedì 5 Aprile con l'anteprima mondiale di Ballad in Blood, prodotto dalla Bell Film di Massimo Esposti e narrante la vicenda di tre ragazzi coinvolti in un misterioso omicidio, ispirata a uno dei tanti delitti italiani irrisolti. Insieme agli attori del film interverrà alla presentazione il leader dei Goblin Claudio Simonetti, compositore delle colonne sonore di vari film di Dario Argento e George Romero e anche delle musiche dell’ultima opera di Deodato.

Qui trovate il programma PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL!

Google+ tweet Condividi su facebook
Condividi su: